Il popolo rifiutò di ascoltare la voce di Samuèle e disse: «No!
Ci sia un re su di noi. Saremo anche noi come tutti i popoli; il nostro re ci farà da giudice, uscirà alla nostra testa e combatterà le nostre battaglie».
(1Sam 8,4-7.10-22a)

Quello si alzò e subito prese la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo:
«Non abbiamo mai visto nulla di simile!».
(Mc 2, 1-12)

Dacci, Signore, un re, perché vogliamo essere come tutti gli altri popoli” , mentre le folle dicono di Gesù: “Non abbiamo mai visto nulla di simile”.
Quello che viene dagli uomini è sempre un copiare, un fotocopiare, quello che viene da Dio è sempre una novità inedita.

Il Signore ci doni tanta fiducia in Lui; il futuro non ce lo garantiscono le nostre fotocopie, il nostro copiare e imitare gli altri, ma il nostro futuro ce lo garantiscono le sorprese di Dio, cose mai viste prima, se ci fidiamo della Sua parola, ci fidiamo ed affidiamo a Lui.

 

Gesù, Maria Giuseppe vi amo
salvate anime

(D.G)