“In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza.”

(Lc 10, 21-24)

 

Oggi Gesù esulta di gioia, fa i salti di gioia nello Spirito Santo.
Per chi?
Per noi, quando accogliamo il Vangelo.

Incredibile: Dio, che se ne starebbe benissimo anche da solo, lega la Sua gioia a noi, alla nostra accoglienza del Suo amore.

La lega ai piccoli, gli unici capaci di accogliere il Suo Vangelo, che non hanno nulla che Cristo, non ai sapienti e ai dotti, che hanno altro da fare, sono già impegnati, sono pieni di altre cose –perché alla fine, più che per cattiveria, la gente non accoglie il Vangelo per distrazione: ha già le sue idee, ha di meglio da fare, appunto-.

Quindi, vieni Spirito Santo, riempi il cuore dei tuoi fedeli e accendi in noi il fuoco del tuo amore: donaci un cuore piccolo, ricco solo di Dio e del Suo Amore, aperto alla Sua salvezza, e con la Sua gioia in noi.

Gesù, Maria Giuseppe vi amo

salvate anime

(D.G)